STORIA DI SAIGYO

AA.VV.


Recensisci per primo questo prodotto

Disponibilità: Disponibile

€ 24,00

Questo volume vale 24 Punti Gaspari.

A cura di Lydia Origlia
Prefazione di Gian Carlo Calza

Sato Norikiyo, nato nel 1118 a Kyoto in un'importante famiglia con ascendenti nella casata imperiale, era destinato a una carriera militare di alto livello. Ventenne, era già un ufficiale con importanti responsabilità e godeva dei favori dell'ex imperatore Toba, senonché nel 1140 pianta tutto: carriera, ricchezze, una moglie e una figlia piccola. Si fa monaco buddhista prendendo il nome religioso di Saigyo , va a vivere in una capanna, viaggia in povertà e soprattutto scrive poesie. I suoi versi, caratterizzati da partecipazione emotiva e sentimenti forti, diventano un modello etico-letterario che avrà una lunga influenza sulla cultura giapponese, prima di lui ancorata a modelli di una bellezza piú algida.
Quasi subito dopo la sua morte (1190) fiorí tutta una letteratura sulla sua vita, sui suoi detti, sulle sue poesie. La Storia di Saigyo, qui per la prima volta tradotta in italiano, è il piú importante di questi racconti e nello stesso tempo una sorta di antologia della sua attività poetica.
STORIA DI SAIGYO

Dettagli

pp. XXIV - 114

Ulteriori informazioni

Autore AA.VV.
Titolo STORIA DI SAIGYO
Sottotitolo No
Altre info No
Editore Einaudi
Disponibile anche in eBook su tutti i lettori: N/A
approfondimenti N/A
ISBN 9788806199760
Anno di edizione 2010
Data inserimento 26/set/2010
Prezzo € 24,00
Prezzo prenotazione No
Video No
Variante colore copertina No
colore N/A
'); }); var count = 0; function onloadCallback() { jQuery('.g-recaptcha-form button,input[type="button"],input[type="submit"]').each(function() { count++; var object = jQuery(this); var currentId = "newsletter"+"-"+count.toString(); object.attr("id", currentId); grecaptcha.render(object.attr("id"), { "sitekey" : "6LeOhk0UAAAAACEU8fhHgz-hYMIP_7URjM_FLuPq", "callback" : function(token) { object.parents('form').find(".g-recaptcha").val(token); object.parents('form').submit(); } }); }); }