PITTORI MODERNI

John Ruskin


Recensisci per primo questo prodotto

Disponibilità: In arrivo

€ 144,61

Introduzione di Giuseppe Leonelli.

Nel 1836 Turner espone i quadri della sua ultima produzione alla Royal Academy di Londra. Durissimi gli attacchi della critica e forti perplessità da parte del pubblico per dipinti al limite dell'astrattismo, nei quali la rappresentazione della natura si avventurava nella ricerca di verità piú profonde e non immediatamente visibili. Il primo a comprendere la nuova maniera turneriana è un ragazzo di diciassette anni del tutto sconosciuto: John Ruskin. Il suo saggio a difesa di Turner fa scalpore. Per l'intelligenza, per la passione e perché sembra a tutti un po' paradossale che sia un ragazzo a prendere le difese di una delle figure piú note della pittura inglese. Lo stesso Turner accoglie il gesto con cautela se non con indifferenza. Ma per Ruskin non si tratta di un'infatuazione adolescenziale: il suo moto di sdegno è il primo atto d'amore nei confronti di un artista che presto sarebbe diventato il centro del suo grande progetto estetico.
Sette anni dopo: siamo al 1843. Ruskin pubblica il primo volume dei Modern Painters: lo scopo iniziale è quello di dimostrare la superiorità dei moderni paesaggisti, primo fra tutti Turner, sui modelli tradizionali. I Pittori moderni diventeranno per Ruskin l'opera della vita: al primo seguiranno altri quattro volumi dal 1846 al 1860. L'apologia di Turner rimane la scaturigine del pensiero ruskiniano, ma i fili del discorso si moltiplicano quasi all'infinito: l'arte italiana, la rivalutazione dei «primitivi», la «rivelazione» di Tintoretto, l'avversione per i fiamminghi, la riformulazione del concetto di sublime, la critica della filosofia tedesca contemporanea, il rapporto fra la natura e la poesia romantica inglese, l'amore smisurato per Dante. Insomma, Ruskin mette insieme negli anni un ribollente calderone di idee in cui entra tutta la cultura antica, medievale e moderna. Sempre con la convinzione, suggeritagli originariamente dai quadri del «suo» Turner, che il vero artista è un veggente, un profeta o, addirittura, uno «scriba di Dio», capace cioè di cogliere e rappresentare la verità divina contenuta nella realtà naturale.
Questa edizione propone la prima traduzione integrale italiana dei Modern Painters, realizzata e annotata da Giovanni Leoni, uno dei massimi esperti di Ruskin a livello internazionale. Il saggio introduttivo di Giuseppe Leonelli offre un percorso di lettura che potrà essere di molto aiuto allettore, e suscita un reticolo di suggestivi riferimenti letterari che danno conto delle direzioni prese, a volte in modo inatteso, dai pensieri e dalle formule ruskiniane nel Novecento.

Dettagli

pp. CXII - 2166, due volumi in cofanetto

Ulteriori informazioni

Autore John Ruskin
Titolo PITTORI MODERNI
Sottotitolo No
Altre info A cura di Giovanni Leoni, Alessandro Guazzi
Editore Einaudi
Disponibile anche in eBook su tutti i lettori: N/A
approfondimenti N/A
ISBN 9788806128906
Anno di edizione 1998
Data inserimento 12/mag/2011
Prezzo € 144,61
Prezzo prenotazione No
Video No
Variante colore copertina No
colore N/A
'); }); var count = 0; function onloadCallback() { jQuery('.g-recaptcha-form button,input[type="button"],input[type="submit"]').each(function() { count++; var object = jQuery(this); var currentId = "newsletter"+"-"+count.toString(); object.attr("id", currentId); grecaptcha.render(object.attr("id"), { "sitekey" : "6LeOhk0UAAAAACEU8fhHgz-hYMIP_7URjM_FLuPq", "callback" : function(token) { object.parents('form').find(".g-recaptcha").val(token); object.parents('form').submit(); } }); }); }