PARADISO PERDUTO

John Milton


Recensisci per primo questo prodotto

Disponibilità: Disponibile

€ 90,00

Questo volume vale 90 Punti Gaspari.

Illustrazioni di Emilio Tadini.

Quale sia il racconto, il tema, di "Paradiso perduto" è noto a tutti: dalla caduta di Satana alla tentazione di Eva, dalla trasgressione - il "peccato originale" - alla condanna dell'uomo in esilio... Ma nel fitto concatenarsi degli eventi sui quali si fonda il poema - "riletto" per questa edizione dalla versione di Roberto Sanesi e dai disegni di Emilio Tadini -, pur tra le tante ambiguità ciò che conta è il congegno degli effetti, l'interpretazione di una metafora della conoscenza, che sposta l'uomo dalla atemporale felicità dell'Eden al "mondo di generazione". E il mondo di generazione è il mondo della morte: Eva assaggia il frutto "senza sapere che stava inghiottendo la morte" (IX, 792). Mondo della natura nel quale l'uomo viene integrato, mondo della procreazione e della società. Come qualsiasi altro organismo della natura, l'uomo non potrà più sfuggire al ciclo delle stagioni, al ritmo nascita/morte. E' questa la Caduta. Ma viene da pensare allora che si rompa anche l'idea di un ordine immutabile dell'universo, entro il quale sembrerebbe altrimenti inconcepibile una libera emancipazione dell'individuo fra gli individui. (E' sempre Blake ad avere reinserito lo stesso Milton, la sua persona in quanto personaggio, nel ciclo inevitabile, per recuperarlo alla propria "energia"). E' dunque un paradosso relativo e comprensibile quello di Eva portatrice di morte e fonte di vita, e tuttavia sembra ragionevole chiedersi se Milton non sia stato un po' reticente nell'esporre il tema che svolge: davvero nel "programma" contenuto nei versi d'apertura del poema il recupero del "seggio benedetto" è evocato quasi di passaggio, con un accenno che sembra di routine, al punto allora da doversi sostenere, forse, che in 'Paradise Lost' non si tratta tanto della 'felix culpa' su cui si fonda "lo schema cristiano della redenzione" quanto della dolorosa ferita inferta alla natura umana strappandola al non-tempo. Di una ferita profonda nell'io individuale che è metafora o [...]

Dettagli

pp. LXVIII - 650

Ulteriori informazioni

Autore John Milton
Titolo PARADISO PERDUTO
Sottotitolo No
Altre info A cura di Roberto Sanesi
Editore Einaudi
Disponibile anche in eBook su tutti i lettori: N/A
approfondimenti N/A
ISBN 9788806125721
Anno di edizione 1992
Data inserimento 02/mag/2011
Prezzo € 90,00
Prezzo prenotazione N/A
Video No
Variante colore copertina N/A
colore N/A