QUANDO LA MAFIA TROVÒ L'AMERICA

Storia di un intreccio intercontinentale, 1888-2008

Salvatore Lupo


Recensisci per primo questo prodotto

Disponibilità: Disponibile

€ 24,00

Questo volume vale 24 Punti Gaspari.

La mafia come un ponte nascosto tra le due sponde dell'Atlantico. La storia di un legame criminale, economico e culturale che ha segnato il nostro mondo.

La mafia non è un fenomeno periferico e arretrato, nemico della modernità nei suoi vari aspetti. Al contrario, il fenomeno mafioso si è annidato almeno dalla fine dell'Ottocento nelle pieghe della parte piú ricca del mondo: a New York e in altre città multietniche della costa orientale degli Stati Uniti. La mafia è riuscita a costruire un ponte che ha collegato per decenni quelle metropoli avanzate con Palermo e la Sicilia. Un collegamento criminale e culturale, che Salvatore Lupo racconta in modo originale in un libro innovativo e avvincente nella sua narrazione di intrighi, delitti, affari, storie e persone.
Un saggio di storia che dimostra come la mafia sia capace di sostenere pratiche criminali di grande scala in periodi, luoghi e società differenti. E dal quale emerge un modello mafioso che non è per niente arcaico ma che, al contrario, si è mostrato in grado di adattarsi perfettamente alla modernità.

La mafia non si identifica con una società locale, ma rappresenta il frutto perverso dell'incontro di ambienti tra loro diversissimi. Anche per questo la sua storica fortuna deriva dall'intreccio tra i due versanti.
Un intreccio che viene generalmente ricondotto alla grande migrazione otto-novecentesca, ma che è divenuto poi un fenomeno permanente.
Esso si ripropone a ondate per tutto il Novecento, sia nei periodi in cui la migrazione fluisce liberamente, sia quando è regolamentata o proibita.
Si muovono le persone, i prodotti legali e illegali, ma anche i modelli associativi criminali. Si tratta di flussi che vanno dalla Sicilia all'America ma anche nella direzione opposta.
E il meccanismo è cosí fluido perché ci sono vuoti sociali, aree grigie tra legalità e illegalità, sistemi di corruzione politica e affaristica, meccanismi identitari che creano campi di azione favorevoli su entrambi i versanti.
A cavallo tra i due secoli come nei ruggenti anni '20, negli anni della Grande Crisi come nella congiuntura drammatica della seconda Guerra mondiale, tra le isterie della guerra fredda e le speranze degli anni '60 fino a periodi a noi piú vicini.
Nel flusso variegato degli eventi storici, due società cosí diverse domandano entrambe mafia, necessitando dall'altro lato di strumenti non poi cosí diversi di lotta alla criminalità organizzata.
Salvatore Lupo - QUANDO LA MAFIA TROVÒ L'AMERICA

Dettagli

pp. XVI - 282

Ulteriori informazioni

Autore Salvatore Lupo
Titolo QUANDO LA MAFIA TROVÒ L'AMERICA
Sottotitolo Storia di un intreccio intercontinentale, 1888-2008
Altre info No
Editore Einaudi
Disponibile anche in eBook su tutti i lettori: N/A
approfondimenti N/A
ISBN 9788806185985
Anno di edizione 2008
Data inserimento 13/nov/2008
Prezzo € 24,00
Prezzo prenotazione No
Video No
Variante colore copertina No
colore N/A
'); }); var count = 0; function onloadCallback() { jQuery('.g-recaptcha-form button,input[type="button"],input[type="submit"]').each(function() { count++; var object = jQuery(this); var currentId = "newsletter"+"-"+count.toString(); object.attr("id", currentId); grecaptcha.render(object.attr("id"), { "sitekey" : "6LeOhk0UAAAAACEU8fhHgz-hYMIP_7URjM_FLuPq", "callback" : function(token) { object.parents('form').find(".g-recaptcha").val(token); object.parents('form').submit(); } }); }); }