PIETRO IL GRANDE

Lindsey Hughes


Recensisci per primo questo prodotto

Disponibilità: Disponibile

€ 30,00

Questo volume vale 30 Punti Gaspari.

La vita di un personaggio leggendario e «smisurato» quale fu Pietro il Grande, nel trecentesimo anniversario della fondazione di San Pietroburgo.

Che la dimensione privata debba avere un peso irrilevante nella ricostruzione della vita dei grandi personaggi può tutt'al più essere vero per quelle poche figure a tal punto «costruite», storicamente e psicologicamente, in funzione del perseguimento dei loro obiettivi pubblici da annullarsi in quanto individui fisicamente determinati. Ma difficilmente tale affermazione potrebbe riferirsi a quella figura pur totalmente votata alla propria missione storica, ma decisamente fuori-formato, non convenzionale e per molti aspetti paradossale, quale fu Pietro il Grande (1672-1725), la cui esistenza traboccò a tal punto di drammi personali e aspetti bizzarri, da irradiare nell'insieme un senso di mistero e fascino inesauribile. L'eroe celebrato di Poltava, l'incontrastato capo militare, il creatore della flotta russa, il sovrano assoluto di uno dei paesi più grandi del mondo, il protagonista della serie ininterrotta di riforme che rivoltarono metodicamente ogni aspetto e settore della vita politica, sociale, religiosa e culturale russa, sposò una contadina analfabeta. Il suo amore per i travestimenti, gli stravolgimenti e la parodia, per «il mondo alla rovescia», non fu un mero passatempo o un'aberrazione, ma un elemento chiave nel suo stile di governo. L'uomo irresistibilmente volto ad Occidente, segnato da un amore quasi astratto per il mare, e al quale si attribuisce unanimemente il sorgere della civiltà in Russia, fino ad allora equiparabile a un regno avvolto nelle nebbie di un mondo primitivo e barbaro, annoverava tra i propri svaghi curiosità quali l'estrazione dei denti, la pratica dell'autopsia, la tornitura del legno e l'estinzione degli incendi. Il Padre della Patria russa condannò a morte, e forse torturò e uccise di persona, il proprio figlio primogenito. Il fondatore di San Pietroburgo elesse a propria dimora, più che i palazzi reali, umili casupole in legno e preferì circondarsi a corte di nani, storpi e mostri, per i quali provò sempre una misteriosa attrazione. Tutto questo e altro ancora - feste sguaiate, eccessi sessuali, grossolanità e pratiche di primitiva violenza - coesisteva in modi curiosamente funzionali con una vita uniformemente alimentata da una volontà ideale di trasformazione quasi ossessiva, e coronata da imprese che offrirono ampia materia per la costruzione della figura leggendaria dell'imperatore, quale si sarebbe rispecchiata nelle biografie ufficiali di epoca sia zarista che sovietica.
Lindsey Hughes - PIETRO IL GRANDE

Dettagli

pp. XXVI - 342

Ulteriori informazioni

Autore Lindsey Hughes
Titolo PIETRO IL GRANDE
Sottotitolo No
Altre info No
Editore Einaudi
Disponibile anche in eBook su tutti i lettori: N/A
approfondimenti N/A
ISBN 9788806165284
Anno di edizione 2003
Data inserimento 18/nov/2003
Prezzo € 30,00
Prezzo prenotazione No
Video No
Variante colore copertina No
colore N/A
'); }); var count = 0; function onloadCallback() { jQuery('.g-recaptcha-form button,input[type="button"],input[type="submit"]').each(function() { count++; var object = jQuery(this); var currentId = "newsletter"+"-"+count.toString(); object.attr("id", currentId); grecaptcha.render(object.attr("id"), { "sitekey" : "6LeOhk0UAAAAACEU8fhHgz-hYMIP_7URjM_FLuPq", "callback" : function(token) { object.parents('form').find(".g-recaptcha").val(token); object.parents('form').submit(); } }); }); }